Web Manager: Manutenzione

Arresto del sistema

Il sistema deve essere sempre arrestato attenendosi al processo seguente e prima di essere spento. Tale processo assicura che le azioni di sistema, come la scrittura dei file, siano completate prima dell'interruzione dell'alimentazione. Inoltre, assicura che sia effettuato il backup della configurazione corrente nella memoria della scheda SD di sistema associata.

L'arresto può essere effettuato per un periodo di tempo indefinito oppure per un intervallo di tempo specifico, dopo il quale il sistema si riavvia automaticamente.

 

!AVVERTENZE

Utilizzare sempre la procedura di arresto per spegnere il sistema. La rimozione del cavo di alimentazione oppure la disattivazione dell'alimentazione può causare errori.
Questo tipo di arresto non è di tipo controllato, in quando interrompe tutte le chiamate e i servizi in corso. Una volta arrestato, il sistema non può essere utilizzato per effettuare o ricevere chiamate fino al riavvio.
L'arresto richiede fino a un minuto. Durante l'arresto, il LED della CPU e i LED 1 e 9 (se è installata una scheda linea figlia) della scheda di base IP500 lampeggiano velocemente in rosso. I LED della scheda di memoria sul retro dell'unità di controllo si spengono. Non rimuovere l'alimentazione dal sistema o le schede di memoria finché il sistema si trova in questo stato.
Per riavviare un sistema precedentemente arrestato per un tempo non definito o per riavviare un sistema prima del riavvio programmato, spegnere e accendere l'alimentazione.

 

Arresto del sistema utilizzando IP Office Web Manager

Questo metodo consente di arrestare il sistema per un periodo di tempo indefinito. Per riavviare il sistema, è necessario scollegarlo e ricollegarlo a una presa di corrente.

1.Fare clic su Monitoraggio nella barra dei menu e selezionare Arresto del sistema.

 

Arresto del sistema utilizzando IP Office System Status

1.Fare clic su Monitoraggio nella barra dei menu, quindi su System Status.
In alternativa, aprire un nuovo browser o una nuova finestra del browser e immettere l'indirizzo https://<indirizzo IP>:8433/ssa/index.html utilizzando lo stesso <indirizzo IP> di IP Office Web Manager del sistema. L'opzione fornisce a IP Office System Status una finestra più grande per la visualizzazione delle informazioni.
2.Nella finestra di IP Office System Status Accesso, immettere l'indirizzo IP, il nome utente e la password utilizzati per l'accesso IP Office Web Manager al sistema.
3.Fare clic su Accesso.
4.Nella struttura di navigazione a sinistra, fare clic su Sistema.
5.In basso sulla schermata, fare clic su Arresto.
6.Selezionare la durata di arresto del sistema. Se si desidera arrestare il sistema e quindi, procedere al suo spegnimento, selezionare Indefinito.
7.Fare clic su OK.
8.È richiesto di confermare l'azione. Fare clic su .
9.Il sistema avvierà il processo di arresto. In questo modo, l'applicazione IP Office System Status e IP Office Web Manager verranno disconnessi.
10.Al completamento dell'arresto, i LED 1 e 9 di ciascuna scheda sulla parte anteriore dell'unità di controllo lampeggeranno con luce rossa. Se l'arresto è indefinito, è ora possibile interrompere l'alimentazione del sistema in modo sicuro.

 

Arresto del sistema tramite il tasto AUX di un'unità di controllo

Quando il tasto AUX è premuto per oltre 5 secondi, l'unità di controllo IP500 V2 si arresta con il timer di riavvio impostato su 10 minuti.

 

 

© 2020 AVAYA
- Versione 03.a.–
16:01, 22 July 2020
(system_shutdown.htm)

I dati sulle prestazioni, sul funzionamento e le altre informazioni inclusi in questo documento sono dati esemplificativi e devono essere specificamente confermati in forma scritta da Avaya, prima di essere applicati a qualsiasi ordine o contratto. La società si riserva il diritto di apportare modifiche a propria discrezione. La pubblicazione di informazioni in questo documento è disciplinata da leggi sui brevetti o da altri diritti di Avaya o altri.

Tutti i marchi contrassegnati con ® o TM sono rispettivamente marchi registrati o marchi di Avaya Inc. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei relativi titolari.

Ultima modifica: 11/05/2012