Show\Hide Navigation Manager: Impostazioni di configurazione > Trunk > Amministrazione trunk SIP
Up Down Back Forwards Print Synch Share Bookmark

Trunk SIP avanzati

Questo menu non è accessibile dalla pagina Sistema.

Questo menu è accessibile dall'elenco Attività amministrative selezionando Trunk | Amministrazione trunk SIP | Configurazione avanzata.

Queste impostazioni sono usate per la configurazione dei singoli canali SIP e per impostazioni trunk SIP più avanzate.

sip trunk advanced

Parametri trunk

Indirizzo server proxy
In circostanze eccezionali, l'indirizzo IP del server proxy potrebbe essere identificato esplicitamente sia come indirizzo IP differente che come indirizzo di dominio diverso risolvibile da DNS.
Indirizzo server DNS
Se l'indirizzo del server proxy è impostato su un server denominato, l'indirizzo del server DNS usato per la risoluzione del nome va immesso qui.
Formato ID chiamante mobilità
Questa opzione corrisponde al "draft-ietf-sip-privacy-04" standard. Le opzioni sono Nessuna, ID parte remota, ID asserita P o Intestazione deviazione.
Usa Tel URI: Impostazione predefinita = disattivata
Usa il formato URI Tel (ad esempio TEL: +1-425-555-4567) anziché il formato URI SIP (ad esempio nome@esempio.com). Ciò influisce sul campo Da delle chiamate in uscita.
Controlla OOS: Impostazione predefinita = Attivo. Versione software = 8.0+.
Se la funzione è abilitata, il sistema controllerà regolarmente se la linea è in servizio. Questo controllo fa sì che le chiamate in uscita non siano ritardate mentre sono in attesa di una risposta da parte di una linea SIP attualmente non utilizzabile. In base al Protocollo di trasporto della linea, lo stato di servizio corrente della linea stessa è controllato utilizzando i metodi seguenti:
Per tutte le linee, sono inviati messaggi di OPZIONE regolari. Se il sistema non riceve alcuna risposta, la linea è messa fuori servizio.
Le linee TCP sono messe fuori servizio appena la connessione TCP è annullata.
Le linee che utilizzano DNS sono messe fuori servizio se l'indirizzo IP non è risolto o se la risoluzione DNS è scaduta.
Instradamento chiamate via Registro: Impostazione predefinita = attivata
Di norma le richieste SIP REGISTER e le richieste di INVITO usano la stessa destinazione del server. Questa opzione va deselezionata quando il provider del servizio non attende che le richieste SIP REGISTER passino alla stessa destinazione delle richieste INVITE. Impostare ciò solo secondo specifiche istruzioni del provider del servizio.
Registro separato
Questo campo è disponibile quando è deselezionata l'opzione Indirizzamento chiamate via Registro. È usato per immettere l'indirizzo del server SIP che va usato per la registrazione. Impostarlo solo secondo specifiche istruzioni del provider del servizio.
Metodo di instradamento chiamate: Impostazione predefinita = Richiesta URI. Versione software = 8.0+.
Questo campo consente la selezione della parte di informazioni SIP in entrata da utilizzare per il numero in entrata. Le opzioni devono corrispondere a Richiesta URI o all'elemento All'intestazione fornito con la chiamata in entrata.
Priorità nome: impostazione predefinita = Favorisci trunk. Livello software = 8.0+.
Per i trunk SIP, il nome del chiamante visualizzato su un interno può essere sia fornita dal trunk o ottenuto ricercando un numero corrispondente tra le composizioni rapide del sistema. Questa impostazione determina il metodo utilizzato dalla linea. Selezionare una delle opzioni seguenti:
Impostazioni predefinite sistema
Utilizza l'impostazione Priorità nome predefinito del sistema (Parametri avanzati).
Favorisci trunk
Visualizza il nome fornito dal trunk. Ad esempio, il trunk può essere configurato per fornire il numero o il nome del chiamante. Il sistema dovrebbe visualizzare le informazioni sul chiamante così come fornite dal trunk.
Favorisci rubrica
Ricerca un numero corrispondente tra le composizioni rapide del sistema. Viene utilizzata la prima corrispondenza che sovrascrive il nome fornito dalla linea SIP. Se non vengono trovate corrispondenze, viene utilizzato il nome fornito dalla linea.
Metodo di associazione: Impostazione predefinita = In base a indirizzo IP di origine. Versione software = 8.0+.
Questo campo imposta il metodo in base al quale una linea SIP è associata a una richiesta SIP in entrata. La ricerca di una corrispondenza di linea per una richiesta in entrata è effettuata su ciascuna linea, fino all'individuazione di una corrispondenza effettiva. Se non è presente alcuna corrispondenza, la richiesta è ignorata. Questo metodo consente più linee SIP con impostazioni di indirizzo identiche. Ciò potrebbe essere necessario per scenari in cui potrebbe essere richiesto il supporto di più linee SIP con lo stesso ITSP. Ad esempio, quando lo stesso ITSP supporta vari piani chiamata su linee separate o nel caso in cui tutte le linee SIP in uscita sono indirizzate dal sistema attraverso un sistema aggiuntivo in loco.
In base a indirizzo IP di origine
Questa opzione utilizza l'indirizzo IP di origine e la porta della richiesta in entrata per l'associazione. La corrispondenza è stabilita rispetto all'estremità remota della linea SIP configurata, utilizzando un indirizzo IP/porta o la risoluzione di un nome di dominio pienamente idoneo. Corrisponde al metodo utilizzato dai sistemi precedenti a 8.0.
Parte host From header rispetto a dominio ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "From" (Da) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con il Nome dominio della linea.
Parte host R-URI rispetto a dominio ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione R-URI (Richiesta URI) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con il Nome dominio della linea.
Parte host To header rispetto a dominio ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "To" (A) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con il Nome dominio della linea.
Parte host From header risp. a dominio ITSP risolto da DNS
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "FROM" (DA) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita confrontando l'intestazione FROM (DA) con l'elenco di indirizzi IP risultante dalla risoluzione del Nome dominio della linea o, se impostato, con l'Indirizzo del server proxy.
Parte host VIA header risp. a dominio ITSP risolto da DNS
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "VIA" nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita confrontando l'intestazione "VIA" con l'elenco di indirizzi IP risultante dalla risoluzione del Nome dominio della linea o, se impostato, con l'Indirizzo del server proxy.
Parte host From header rispetto a proxy ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "From" (Da) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con l'Indirizzo del server proxy della linea.
Parte host intestazione "To" (A) rispetto al proxy ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione "From" (Da) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con l'Indirizzo del server proxy della linea.
Parte host R-URI rispetto a proxy ITSP
Questa opzione utilizza la parte host dell'intestazione R-URI (Richiesta URI) nella richiesta SIP di associazione in entrata. La corrispondenza è stabilita con l'Indirizzo del server proxy della linea.
Intestazioni Utente-Agente e Server: impostazione predefinita = vuoto (utilizzare il tipo di sistema e la versione software). Versione software = 8.1.
Il valore impostato in questo campo viene utilizzato come valore Utente-Agente e Server incluso nelle intestazioni delle richieste SIP effettuate da questa linea. L'impostazione di un valore univoco può risultare utile per la diagnostica delle chiamate se il sistema presenta più linee SIP.
AGGIORNAMENTO supportato: Impostazione predefinita = Mai. Versione software = 8.0 o versioni successive.
Il metodo SIP UPDATE (RFC 3311) consente a un client di aggiornare i parametri di una sessione (come il set di flussi audio e i relativi codec), ma non ha alcun impatto sullo stato di una finestra di dialogo. È simile a re-INVITE, ma può essere inviato prima del completamento dell'INVITE iniziale. Consente di aggiornare i parametri della sessione nelle finestre di dialogo iniziali.

Parametri VOIP

Modalità di compressione: impostazione predefinita = selezione automatica
Definisce il tipo di compressione da utilizzare per le chiamate su questa linea.
Timeout di inizio chiamata: impostazione predefinita = 4 secondi.
Imposta la durata dell'attesa per una corretta connessione prima di trattare la linea come occupata.
Supporto DTMF: impostazione predefinita= RFC2833
Questa impostazione è usata per selezionare il metodo tramite il quale le pressioni del tasto DTMF sono segnalate all'estremità remota. Le opzioni supportate sono In banda, RFC2833 o Info.
Scadenza registrazione: Impostazione predefinita = 60 minuti.
Questa impostazione definisce la frequenza di rinnovo della registrazione con l'ITSP SIP in seguito a eventuali registrazioni precedenti.
Soppressione del silenzio VoIP: impostazione predefinita = opzione disattivata
Se si seleziona questa opzione vengono rilevati i periodi di silenzio in ogni chiamata sulla linea e durante tali periodi di silenzio non vengono inviati dati.
RE-INVITE supportato: Impostazione predefinita = disattivata
Quando è attivato, Re-INVITE può essere usato durante una sessione per modificare le caratteristiche della sessione, ad esempio, quando la destinazione di una chiamata in entrata o un trasferimento non supporta il codec negoziato all'inizio nel trunk. Richiede all'ITSP di supportare anche Re-Invite.
Usa codec offerto: Impostazione predefinita = disattivata
Di norma, si utilizza la preferenza codec del soggetto che risponde alla chiamata SIP. Questa opzione può essere utilizzata per ignorare questo comportamento e usare invece le preferenze di codec fornite dal chiamante.
Supporto trasmissione fax: Impostazione predefinita = Disattivato. Versione software = 8.0+
Questa opzione è disponibile se è selezionata l'opzione Supporto Re-Invite. Quando l'opzione è abilitata, il sistema esegue il rilevamento del tono del fax sulle chiamate indirizzate tramite la linea e, se questo tono è rilevato, rinegozia il codec di chiamata come configurato di seguito. Il fornitore della linea SIP deve supportare il metodo di fax selezionato e Re-Invite.
Nessuno
Selezionare questa opzione se il fax non è supportato dal fornitore della linea.
G711
G711 è utilizzato per inviare e ricevere fax.
T38
T38 è utilizzato per inviare e ricevere fax.
Fallback T38
T38 è utilizzato per inviare e ricevere fax. Per le chiamate fax in uscita, è inviato un reinvito per il trasporto fax che utilizza G711 se la destinazione chiamata non supporta T38.
PRACK/100rel supportato: Impostazione predefinita = Disattivato. Versione software = 8.0
Questa opzione stabilisce se PRACK (Provisional Reliable Acknowledgement) e 100rel sono attivi. 100rel consente il completamento della negoziazione SDP mentre la chiamata sta squillando, oltre a consentire ulteriori modifiche multimediali per gli annunci o i toni di avanzamento prima della risposta effettiva a una chiamata. PRACK, come definito in RFC 3262, mette a disposizione un meccanismo atto ad assicurare la consegna delle risposte provvisorie, quali i messaggi di annuncio. Le risposte provvisorie forniscono informazioni sullo stato della richiesta di chiamata ancora in corso.
Esempio: Quando una chiamata a un portatile o a un cellulare è in fase di connessione, potrebbe verificarsi un ritardo durante l'individuazione del telefono. Le informazioni provvisorie consentono funzioni quali la riproduzione dell'annuncio "Si prega di attendere, stiamo tentando di raggiungere l'abbonato" mentre la configurazione della chiamata è ancora in corso.
Supporto REFER: impostazione predefinita= attivata, versione software = 7.0+
REFER è il metodo usato da molti dispositivi SIP, inclusi i trunk SIP, per trasferire le chiamate. Queste impostazioni possono essere usate per controllare se REFER è usato come metodo per trasferire le chiamate su questo trunk SIP a un'altra chiamata sullo stesso trunk. Se supportata, una volta completato il trasferimento, il sistema IP Office non è più coinvolto nella chiamata. Se non è supportato, il trasferimento può essere comunque completato ma la chiamata continuerà ad essere instradata attraverso IP Office.
Chiamata in entrata: impostazione predefinita = automatica
Selezionare se REFER può o deve essere usato quando un tentativo di trasferire una chiamata in entrata sul trunk risulta in una chiamata in uscita su un altro canale sullo stesso trunk. Le opzioni disponibili sono le seguenti:
Sempre
Usare sempre REFER per i trasferimenti di chiamata che usano questo trunk per entrambe le estremità del trasferimento. Se REFER non è supportato, il tentativo di trasferimento chiamata viene interrotto.
Automatica
Richiedere di usare REFER, se possibile per i trasferimenti di chiamata che usano questo trunk per entrambe le estremità del trasferimento. Se REFER non è supportato, trasferire la chiamata attraverso il sistema per quanto riguarda l'impostazione Mai di seguito.
Mai
Non usare REFER per i trasferimenti di chiamata che usano questo trunk per entrambe le estremità del trasferimento. Il trasferimento può essere completato ma utilizzerà 2 canali sul trunk.
Chiamata in uscita: impostazione predefinita = automatica
Selezionare se REFER può o deve essere usato quando un tentativo di trasferire una chiamata in uscita sul trunk risulta in una chiamata in entrata su un altro canale sullo stesso trunk. Ciò utilizza le risorse di sistema e può comportare costi per la durata della chiamata trasferita. Le opzioni disponibili sono le stesse dell'impostazione In entrata.
ID chiamante nell'intestazione Da: Impostazione predefinita = Disattivo. Versione software = 8.1.
Le chiamate in arrivo possono includere le informazioni sull'ID del chiamante nel campo Da e nei campi PAI. Se questa opzione è selezionata, verranno utilizzate le informazioni sull'ID del chiamate nel campo Da, anziché quelle nei campi PAI.
ID in intestazione Da visibile a tutti: Impostazione predefinita = Disattivo. Versione software = 8.1.
Se questa opzione è selezionata, l'ID utente del chiamante è incluso nel campo Da. Questa condizione si applica anche se il chiamante è stato selezionato o configurato come anonimo, sebbene lo stato anonimo venga rispettato in altri campi utilizzati per visualizzare l'identità del chiamante.

 

Configurazione canale

Canale
Il numero canale non può essere modificato
Identificativo
Ciascun canale può essere accessibile tramite la pressione di un Identificativo linea per effettuare chiamate, rispondere alle chiamate o eseguire conferenze. Le spie sul pulsante riflettono se il canale è in uso.
Ritardo VMS - giorno: Predefinito = 2, intervallo = da 0 a 6 (numero di squilli).
Imposta il numero di squilli prima che una chiamata che non riceve risposta possa essere reindirizzata a un assistente automatico, quando il sistema non è in esecuzione nella modalità servizio notturno e Pianificazione VMS è impostato su Sempre o Solo giorno.
Ritardo VMS - notte: Predefinito = 2, intervallo = da 0 a 6 (numero di squilli).
Imposta il numero di squilli prima che una chiamata che non riceve risposta possa essere reindirizzata a un assistente automatico, quando il sistema non è in esecuzione nella modalità servizio notturno e Pianificazione VMS è impostato su Sempre o Solo notte.
Pianificazione VMS: Impostazione predefinita = mai.
Questa opzione determina quando vanno usate le impostazioni Ritardo VMS e che le chiamate senza risposta vengano indirizzate a un assistente automatico. Le opzioni disponibili sono le seguenti:
Sempre
Reindirizza le chiamate sia quando il sistema è nella modalità giorno che servizio notturno.
Solo giorno
Reindirizza le chiamate quando il sistema non è nella modalità servizio notturno.
Solo notte
Reindirizza le chiamate quando il sistema è nella modalità servizio notturno.
Mai
Non reindirizza mai le chiamate.
Assistente automatico VMS: Impostazione predefinita = assistente automatico 1. Versione software = 6.1+.
Questo campo consente una selezione dell'assistente automatico usato da questa linea.

 

Schema di composizione

Il piano di composizione è usato per applicare le conversioni di numero nelle cifre ricevute dalla linea, per l'output al provider della linea, e per indicare qualsiasi servizio speciale richiesto dal provider della linea, ad esempio, per trattenere l'ID di chiamata. Il piano di composizione predefinito è come quello illustrato di seguito.

Numero composto

Risultato

Azione

xxxxxxxxxxN

N

Componi locale

0N;

0N

Componi locale

1N;

1N

Componi locale

N;

N

Componi locale

911

911

Componi locale

*2xxN

*2N

Componi locale

*3xxN

*3N

Componi locale

*xxN

*N

Componi locale

*65

 

Esplicitamente non anonimo

*67

 

Chiama come anonimo

 

Filtro numero in entrata

Il filtro del numero in entrata predefinito converte semplicemente i numeri USA internazionali ricevuti in numeri a 10 cifre locali. Tuttavia, è anche utile per il mapping delle chiamate PC (da skype, google, windows ecc) in un piano numerico componibile. Un modo giusto per usare questa funzione consiste nel mapping delle chiamate PC in numeri nel codice zona “555”

Numero in entrata
Usato per l'abbinamento del numero in entrata ricevuto.
Risultato
La sostituzione per il numero in entrata.
Includi nel piano di composizione
Quando si seleziona questa opzione, il sistema sostituisce automaticamente il numero che si compone anche per le chiamate in uscita.

 

 

© 2020 AVAYA
- Versione 06.b.–
15:13, 22 July 2020
(sip_trunk_advanced.htm)

I dati sulle prestazioni, sul funzionamento e le altre informazioni inclusi in questo documento sono dati esemplificativi e devono essere specificamente confermati in forma scritta da Avaya, prima di essere applicati a qualsiasi ordine o contratto. La società si riserva il diritto di apportare modifiche a propria discrezione. La pubblicazione di informazioni in questo documento è disciplinata da leggi sui brevetti o da altri diritti di Avaya o altri.

Tutti i marchi contrassegnati con ® o TM sono rispettivamente marchi registrati o marchi di Avaya Inc. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei relativi titolari.

Ultima modifica: 24/05/2012